La gravidanza aumenta la materia grigia

Prima che nasca
La gravidanza aumenta la materia grigia
Cervello più grande per le neomamme: lo assicura uno studio condotto da da Pilyoung Kim insieme a un gruppo di studiosi della Yale University School of Medicine e pubblicato su Behavioral Neuroscience.
Gli autori dello studio hanno sottoposto 19 volontarie, tutte mamme da poco, madri di maschi (9) o femmine (10), ricoverate presso il Yale-New Haven Hospital, a risonanza magnetica ad alta risoluzione, prima durante la gravidanza e poi due volte dopo il parto, nella seconda e nella quarta settimana post-evento. I risultati raccolti hanno evidenziato come il cervello delle donne fosse aumentato di volume, producendo più materia grigia in alcune parti.
A rendere i cervelli delle neomamme più reattivi e plasmabili in risposta alle esigenze del bambino, si ipotizza contribuiscano i cambiamenti ormonali subito dopo la nascita, tra cui l´aumento di estrogeni, ossitocina e prolattina.

La gravidanza aumenta la materia grigia

Dati significativi, secondo i ricercatori, perché solitamente il volume del cervello negli adulti non cambia se non in corrispondenza di un apprendimento significativo o di grandi cambiamenti ambientali, oppure a causa di malattie o danni cerebrali.
La crescita ha interessato in particolare le zone dell´ipotalamo (che risponde alla motivazione materna di supporto), la substantia nigra e l´amigdala (che rispondono alla ricompensa e all´emozione della trasformazione), il lobo parietale (integrazione sensoriale) e la corteccia prefrontale (deputata al ragionamento e al giudizio). 
La materia grigia ha più possibilità di aumentare, infine, quanto più le donne dimostrano entusiasmo e curiosità per l´evento della nascita del proprio figlio e della nuova esperienza della maternità.
Secondo il dottor Kim, dunque, sono gli stimoli ricevuti dai figli che permettono alle madre di costruire nuovi e complessi repertori di comportamenti interattivi con i bambini. 
 

Tag:

NULL


Presente in:

- Prima che nasca

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK