L´alchimia adottiva. Narrazioni e Pensieri

Farlo crescere - Letture
L´alchimia adottiva. Narrazioni e Pensieri
Un libro che rappresenta il frutto dei racconti e delle esperienze sul campo di nove operatori del settore. Quando il bambino fa emergere il proprio dolore si affida alla coppia: in quel momento inizia il riconoscimento dell’altro e la fase di attaccamento ai futuri genitori. Quando i coniugi riescono a non essere travolti dal dolore del bambino, ma ad accoglierlo come un atto d’amore nei loro confronti per la loro affidabilità, cominciano in quel momento a tessere il filo del patchwork, a riscaldarsi nella relazione reciproca, avviando il pensiero della familiarità possibile, molto diversa da quella biologica, ma ugualmente appagante.
 
Nel libro viene evidenziato come l’adozione rappresenti lo «stabilizzarsi di un legame, sentito e riconosciuto come filiale pur tra diversi, senza alcun legame di sangue», ma adottare significa anche fare i conti con una «parte oscura, con sentimenti, pensieri e ricordi molto chiari perché poco comprensibili al bambino stesso».
Il libro "L’alchimia adottiva. Narrazioni e pensieri", curato da Maria Pia Cosmo e pubblicato dalle edizioni la meridiana nella collana premesse (pp. 174, Euro 18,00) è un libro che racconta il percorso adottivo dal punto di vista degli operatori e il meccanismo relazionale che va dal riconoscimento all’accettazione dell’«altro da sé» sia da parte dei genitori adottivi che dei bambini, ma anche da parte degli stessi operatori che lavorano nel campo delle adozioni nei consultori familiari. «Entrare in contatto con la diversità, con l’altro da sé – si legge infatti nel libro – consente di godere della continua scoperta che c’è qualcos’altro da conoscere, da scoprire, che può meravigliarci e farci crescere o, al contrario, farci molta paura e, quindi, bloccarci».

L´alchimia adottiva. Narrazioni e Pensieri

 
Il libro "L’alchimia adottiva"  focalizza alcuni aspetti cruciali del percorso adottivo: oltre al riconoscimento dell’altro per sé stesso e non come oggetto delle proprie proiezioni, anche la capacità di “mentalizzare”, ovvero di intervenire interpretando i comportamenti dei bambini, andando incontro alla necessità di riempire i “buchi neri” del dolore che non hanno elaborato. Dal «lutto per una storia impossibile», nella vita dei genitori adottivi, spesso vittime dell’infertilità, come in quella dei bambini, di frequente reduci da storie di vita difficili, il libro racconta di un «progetto pensabile» e possibile di familiarità, agevolato anche dal supporto dei professionisti che operano nel settore delle adozioni, a partire dagli incontri di formazione e informazione organizzati per le coppie potenzialmente adottanti in «gruppi pre-adozione»: luoghi di incontro e rispecchiamento reciproco di esperienze, in cui è possibile «ampliare la ricerca per giungere alla comprensione di connessioni e significati impensabili per un’unica mente».
 
L’alchimia adottiva
Narrazioni e pensieri
a cura di Maria Pia Cosmo
con interventi di D. Catullo, F. Contardo, K. Da Boit, C Davanzo, R. Forese, M. Grego, K. Pastrello, E. Pelizzato, M. Vanzo
 
edizioni la meridiana

Tag:

adozioni - affidi - minori - chicco - famiglie per l\\\\\\\´accoglienza


Presente in:

Farlo crescere - Letture

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK