Combattere l´obesità con una pausa pranzo corretta

Benessere - Alimentazione
Combattere l´obesità con una pausa pranzo corretta
Non serve saltare il pasto o piluccare: al lavoro è molto meglio nutrirsi in modo corretto, seguendo il vademecum stilato da uno studio europeo. Avete  mai pensato ai latticini come alternativa sana e sfiziosa al dessert per chiudere in bellezza il pranzo in mensa, al bar o al ristorante? Eppure è un’ottima idea, tanto che è stata inserita nelle raccomandazioni nutrizionali per la pausa pranzo elaborate nell’ambito del progetto europeo FOOD (Fighting obesity through offer and demand), come sottolinea Assolatte segnalando gli esiti finali dell’iniziativa.
 
 
Il progetto FOOD è un’iniziativa avviata da un consorzio di aziende pubbliche e private, co-finanziata dalla UE e che ha coinvolto 6 paesi europei, tra cui l’Italia. Il partner scientifico è l’università di Perugia. L’obiettivo di FOOD è stato quello di promuovere stili di vita più sani durante la giornata lavorativa dando ai consumatori e ai ristoratori delle informazioni chiare, precise e concrete per coniugare gusto e salute durante la pausa pranzo. Da un lato i lavoratori sono stati spronati a fare scelte più sane ed equilibrate durante il pranzo del mezzogiorno, dall’altro i ristoratori sono stati sensibilizzati a migliorare la qualità nutrizionale della loro cucina e a facilitare la scelta dei clienti grazie a una maggiore informazione sul corretto stile alimentare.
 
 
Le raccomandazione del progetto FOOD per la pausa pranzo “perfetta”
 
1 – Assaggia prima di aggiungere il sale e/o prova altri condimenti.
2 – Diminuisci l’uso di grassi e scegli preferibilmẹnte quelli vegetali.
3 – Mangia almeno 5 porzioni di frutta e verdura ogni giorno.
4 – Scegli dessert a base di frutta fresca e a volte, in alternativa, mangia i latticini.
5 – Scegli modi di cottura che richiedono pochi grassi (al forno, al vapore o alla griglia).
6 – Durante il pranzo bevi preferibilmente acqua.
7 – Mangia frutta o verdura ad ogni pasto.
8 – Evita di scegliere piatti che comportano troppo grassi, sale o zucchero.
9 – Limita il consumo di grassi da condimento .
10 – Non consumare troppo pane, soprattutto tra i pasti, e scegli preferibilmente pane integrale.
11 – Non mangiare carne ogni giorno e scegli preferibilmente pesce, pollo o carni bianche.
 

Combattere l´obesità con una pausa pranzo corretta

 
 
Non si può parlare di un corretto regime alimentare senza includere i prodotti lattiero caseari. Secondo le Linee guida per una sana alimentazione redatte all’INRAN si dovrebbero consumare ogni giorno 3 porzioni (375 ml) di latte o yogurt, e ogni settimana 3 porzioni di formaggio (ogni porzione equivale a 100 g di formaggio fresco o 50 g di formaggio stagionato). In questo modo un adulto copre oltre il 60% del fabbisogno di calcio e oltre il 50% di quella di riboflavina ma solo il 17% del fabbisogno calorico giornaliero medio (2000 kcal totali), il 20% della quota giornaliera consentita di colesterolo e il 30% di quella di grassi.  
 
Cerchi qualche idea buona, sana ed economica per la pausa pranzo? Assolatte ha chiesto a chef e nutrizionisti di elaborare 8 menu, tenendo d’occhio il piacere del cibo, l’equilibrio della dieta e i costi.  
 

Tag:

assolatte - progetto food - mangiare in pausa pranzo


Presente in:

Benessere - Alimentazione

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK