Chef a domicilio, da passione a lavoro

Mamma al lavoro
Chef a domicilio, da passione a lavoro
Ti è sempre piaciuto cucinare e i tuoi manicaretti sono sempre stati apprezzati da amici e parenti? Allora perché non trasformare la tua passione in un vero e proprio lavoro, diventando una chef a domicilio?
 
Lo chef a domicilio è una figura relativamente nuova a metà strada tra il cuoco e l’imprenditore. In linea di massima non occorre aver seguito una scuola di cucina, anche se un minimo di tecnica può rivelarsi molto utile quando si cucina per estranei e non per la propria famiglia. In pratica lo chef a domicilio è un cuoco che viene pagato per andare a cucinare a casa delle persone.
 
Avviare un’attività del genere non richiede un grosso investimento iniziale ed è possibile iniziare quasi immediatamente. Naturalmente sarà necessario avere una partita IVA per poter emettere fattura e con la quale scaricare i prodotti acquistati per i pranzi e le cene. Lo chef a domicilio, infatti, dopo aver concordato con il cliente il menù da presentare si occupa in prima persona dell’acquisto dei prodotti necessari. Un minimo di investimento potrebbe essere necessario per l’acquisto di attrezzature professionali come coltelli, pentole o un servizio di piatti più particolari. Lo chef a domicilio, infatti, fornisce un servizio completo, si occupa dell’elaborazione del menù, dell’abbinamento dei vini e della presentazione dei piatti preparati. Nella maggior parte dei casi, le cucine dei clienti non sono attrezzate per una cena da ristorante e potreste avere bisogno di portare con voi l’attrezzatura necessaria.
 
Per avviare un’attività come chef a domicilio, oltre a saper cucinare occorre essere anche un po’ imprenditori, saper organizzare il lavoro, avere buone capacità di problem solving e soprattutto sapersi vendere bene sul mercato. Come prima cosa individuate il vostro target di riferimento: meeting aziendali, cene di lavoro, compleanni ecc.  Sondate il mercato per farvi un’idea della concorrenza e poi stilate il vostro business plan. Una volta pronte iniziate a promuovere la vostra attività utilizzando tutti i canali a vostra disposizione. Il passaparola di amici e parenti è sempre prezioso, ma, aprire un blog o una pagina Facebook potrebbe rivelarsi molto utile.

Tag:

cucinare - bonus 80 euro mamme - tata


Presente in:

- Mamma al lavoro

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK