Come far rilassare i bambini prima della nanna

Benessere - Salute
Come far rilassare i bambini prima della nanna




La sera, prima di andare a dormire, è fondamentale anche per i più piccoli avere del tempo per rilassarsi e predisporsi al meglio al sonno. Alcune tecniche di rilassamento e meditazione possono rivelarsi davvero utili per aiutare i bambini: nonostante la loro semplicità di esecuzione, sono molto potenti e capaci di donare loro una sensazione di serenità e di aiutarli a gestire in maniera efficace situazioni quotidiane in genere fonte di stress e ansia. La meditazione può aiutare i bambini a imparare a gestire le proprie emozioni, in modo particolare aggressività e rabbia.


Le pratiche di rilassamento come routine quotidiana


In che modo inserire le tecniche di rilassamento nella quotidianità del bambino? Ciò dipende molto dall’età: durante la prima infanzia, nell’età inclusa fra i 2 anni e mezzo e i 6 anni, l’ideale sarebbe impiegare dei giochi rilassanti nei quali inserire musica e storie in ambienti tranquilli e silenziosi, in modo da facilitare l’addormentamento. A partire dai 7 anni, invece, ci si può più concentrare su degli esercizi specifici come il controllo del respiro. A questa età si possono proporre anche delle posizioni yoga per bambini. Vediamo nel dettaglio alcune idee per la meditazione dei bimbi prima della nanna.


Un’atmosfera soft e rilassata


Di sera sarebbe preferibile proporre al bambino dei giochi tranquilli, illuminando la stanza con luci soffuse. Si possono utilizzare delle candele profumate, o diffondere degli aromi per facilitare il rilassamento, come ad esempio l’olio essenziale di lavanda, noto per il suo straordinario potere calmante e rilassante sul sistema nervoso.



Le posizioni yoga per bambini


Per aiutare i bambini a rilassarsi prima di andare a letto, si possono sperimentare insieme alcune posizioni yoga, magari facendo riferimenti agli animali o a creature di fantasia per invogliarli a provare, inventandosi una favola che possa affascinarli. Le posizioni migliori per garantirsi un buon sonno sono quella dell’orso, del cammello, della farfalla, del cobra, dell’albero e della montagna.


Esercizi di immaginazione e respirazione


Come già detto, se i bambini sono più grandi si possono provare degli esercizi di respirazione controllata, basati su 4 step: si inspira per 4 secondi, si trattiene l’aria per 4 secondi, si espira per 4 secondi e si tiene il fiato per 4 secondi. Mentre si esegue questo esercizio si può raccontare al bambino una storia, facendo riferimento ai suoni che lo circondano, agli odori che percepisce e alle sensazioni che sta provando.



Una musica può fare...


Anche la musica giusta può avere un efficace effetto rilassante, meglio ancora se la si introduce con le giuste parole. Ad esempio, si può dire al bambino: “Adesso ascoltiamo insieme questa canzone e nel frattempo ci rilassiamo sdraiati sul letto”. La musica può essere anche un piacevole sottofondo mentre si eseguono gli esercizi di respirazione e di yoga sopra proposti. In questo modo si favorisce la creatività e si crea un legame forte col proprio bambino.


La potenza della narrazione


Creatività e immaginazione sono degli strumenti molto potenti per i bambini, pertanto è bene non soltanto raccontare loro delle storie o leggere loro dei libri ma anche invogliarli a creare loro stessi i personaggi all’interno di esse e descriverli. In questo modo possono imparare a recuperare dalla memoria odori, sapori, suoni e immagini appartenenti al loro vissuto quotidiano.




Il Team di SpazioMamma.com


Tag:

benessere - salute


Presente in:

Benessere - Salute

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK