Come prevenire e curare le dermatiti da pannolino

Benessere - Salute
Come prevenire e curare le dermatiti da pannolino




Gli eritemi a livello inguinale, più noti come dermatiti da pannolino, sono un disturbo molto comune fra i bebè nei primi due anni di vita. La dermatite consiste nell’infiammazione ed irritazione dell’epidermide, generalmente quella parte coperta dal pannolino, e si tratta di una condizione temporanea, legata appunto all’utilizzo del pannolino e che può essere trattata con degli accorgimenti molto semplici ma al contempo efficaci. Non bisogna sottovalutare questo fastidio poiché potrebbe essere terreno fertile per infezioni generate da batteri e funghi che potrebbero proliferare nelle zone irritate. Adottare abitudini corrette e saper scegliere i prodotti giusti diventa quindi fondamentale per assicurare le migliori condizioni di salute per i nostri bambini.


Come si riconosce la dermatite da pannolino


Questo disturbo di norma di manifesta con degli arrossamenti cutanei nell’area coperta dal pannolino, specialmente nelle pieghe della pelle. Il rossore può essere diffuso o presentarsi a chiazze e spesso è accompagnato da dei leggeri rigonfiamenti, talvolta caldi al tatto. Questo fastidio si presenta soprattutto quando il bebè inizia a stare più frequentemente in posizione seduta e quando si inizia a nutrirlo con cibi solidi.



Le cause della dermatite da pannolino


I fattori che causano il disturbo possono essere svariati: la più comune è lo sfregamento fra il pannolino e la pelle a contatto con sudore, feci ed urina, ma può avere origine anche in seguito a delle variazioni nella dieta del bambino o in presenza di allergie specifiche a detergenti, creme o persino a dei materiali di cui il pannolino stesso è composto. Come agire dunque? La prima cosa da fare in questi casi è adottare una serie di accorgimenti per l’igiene quotidiana, in modo da non favorire la formazione di eritemi ed al contempo è importante scegliere pannolini, creme e detergenti dermatologicamente testati ed ipoallergenici, sicuri per il bambino.


Come prevenire le dermatiti da pannolino


Per prevenire gli eritemi nella zona inguinale è fondamentale cambiare il pannolino spesso, in modo da evitare un contatto prolungato della pelle con urina e feci. Occorre porre attenzione anche sulla detersione, possibilmente sempre con acqua tiepida e scegliendo detergenti dalle formulazioni delicate, evitando, se possibile, l’uso eccessivo di salviette umidificate. Mai asciugare la pelle delicata del bambino sfregandola con un asciugamano: meglio tamponarla con tessuti morbidi, come il cotone biologico. Attenzione, inoltre, a non esagerare con le creme o le paste a base di ossido di zinco, che non lasciano respirare la pelle.



La scelta del pannolino 


È importante anche scegliere la taglia di pannolino più adatta al bambino, evitando quelle troppo strette che possono impedire una traspirazione corretta e favorire il surriscaldamento delle parti intime. Il pannolino, inoltre, non dovrebbe contenere gel chimici assorbenti, cloro, ftalati e profumi, tutte sostanze che contribuiscono ad irritare la pelle. Meglio quindi affidarsi a quei brand che indicano esplicitamente sulle confezioni l’assenza di questi prodotti, oppure ci si può orientare sull’acquisto di pannolini lavabili. In caso di irritazioni già presenti è consigliabile, quando possibile, lasciare il bambino senza pannolino in modo da dare possibilità alla pelle di "respirare”.

 

 Il Team di SpazioMamma.com


Tag:

pannolini lavabili - igiene


Presente in:

Benessere - Salute

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK