Come rafforzare le difese immunitarie dei bambini

Benessere - Salute
Come rafforzare le difese immunitarie dei bambini




Virus stagionali, temperature in calo e la facilità di contagio tipica degli ambienti scolastici favoriscono la diffusione di febbre e raffreddore fra i bambini, una delle categorie più colpite dai caratteristici malesseri dei mesi più freddi. Sviluppare dunque un sistema immunitario resistente e forte diviene importante anche per i più grandicelli. Dalla natura arrivano diversi aiuti preziosi atti a rafforzare il sistema immunitario dei bimbi di tutte le età, risorse capaci di contrastare in maniera efficace batteri e virus durante i mesi invernali e nei cambi di stagione, quando l’organismo può essere più vulnerabile.



La difesa comincia dall'alimentazione


Si parte anzitutto dal coltivare abitudini sane nel bambino: un regime alimentare completo e vario aiuta a rendere l’organismo più forte contro gli attacchi batterici e le infezioni. Ciò avviene grazie all’apporto benefico di verdura e frutta, che non dovrebbero mai mancare nell’alimentazione del bambino, così come i probiotici, presenti ad esempio nello yogurt, determinante per la salute dell’apparato digerente.

Aspetto particolarmente importante per i più piccoli è la durata del sonno notturno, così come la pratica di attività all’aria aperta e di sport anche d’inverno: tutti fattori che contribuiscono a ridurre lo stress, incentivare una maggiore qualità del riposo notturno e stimolare correttamente l’appetito.


Discorso a sé meritano le vitamine: l’acido ascorbico (vitamina C), ad esempio, è fondamentale per fissare il ferro nel sangue e quindi per evitare situazioni di anemia, oltre che per potenziare il sistema immunitario. Fare scorta di questi nutrienti essenziali è molto semplice, basta consumare la frutta e verdura di stagione che ne sono ricche, come gli agrumi, i kiwi, le crucifere e gli spinaci. Fondamentale per i più piccoli anche la vitamina D, che si assimila grazie all’esposizione solare: per questo è importante approfittare dei raggi solari anche in inverno, con una minima esposizione di mezz’ora ogni giorno.



Validi aiuti dalla natura


Per quanto concerne il campo erboristico sono dei validi alleati l’echinacea, il ribes nero e l’oscillococcum. L’estratto di echinacea, pianta immunostimolante, può essere somministrato ai bambini in gocce stando attenti ai giusti dosaggi in base alla fascia d’età; il ribes nero, invece, si può somministrare a partire dai 2 anni, diluendo il prodotto in acqua. L’oscillocuccum viene considerato un vaccino antinfluenzale di tipo omeopatico e si può somministrare settimanalmente sotto forma di microgranuli contenuti in dei flaconcini.


Un aiuto prezioso per difendere i bambini (e anche gli adulti) dai malesseri stagionali arriva dalle api: la pappa reale, infatti, oltre ad essere un ottimo ricostituente, è capace di rinforzare l’organismo e prevenire l’anemia. Un’ulteriore prevenzione da infreddature ed influenza sono i lavaggi nasali, che si possono effettuare sin dalla primissima infanzia utilizzando una soluzione fisiologica o acqua tiepida con una minima quantità di sale. I lavaggi nasali riducono il rischio di sviluppare otiti e muco tipici delle malattie da raffreddamento.


Il Team di SpazioMamma.com


Tag:

inverno - stagione fredda - cambio di stagione


Presente in:

Benessere - Salute

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK