Crescere con cani e gatti rende i bambini più empatici e responsabili

Farlo crescere - Educazione
Crescere con cani e gatti rende i bambini più empatici e responsabili




Concedere a proprio figlio di avere un cane o un gatto, ammesso che non si tratti di un capriccio passeggero, è uno dei più grandi doni che possiate fargli. Crescere a contatto con un animale domestico infatti può produrre degli effetti positivi sullo sviluppo dei bambini.


Cosa ci dicono gli esperti


In base a diverse ricerche su campo, infatti, è stato dimostrato che i bambini che vivono con degli animali domestici possiedono un’intelligenza emotiva più sviluppata, ossia una maggiore capacità di comprendere, esprimere e gestire in maniera efficace i propri sentimenti ed interpretare quelli altrui. Una qualità che è considerata uno dei cardini fondamentali per una migliore qualità di vita.


A differenza del Quoziente Intellettivo, che molti esperti considerano immutabile, l’intelligenza emotiva può rafforzarsi nel tempo grazie alla pratica e gli animali possono fungere da stimolo importante. Ecco i benefici che un amico a quattro zampe può regalare a un bambino.


Il senso della compassione


I bimbi che hanno un “amico peloso” in casa imparano sin dalla più tenera età a prendersi cura di un’altra creatura, inizialmente imitando il comportamento dei genitori ed al contempo immagazzinando informazioni utili che verranno poi riprodotte nel processo di interazione con l’animale. Numerose ricerche scientifiche hanno inoltre dimostrato che i bambini che vivono a contatto con animali provano più compassione e sono più empatici non soltanto nei confronti degli animali in generali ma anche verso gli altri esseri umani.



Sviluppo dell’autostima


Prendersi cura di un animaletto implica delle responsabilità e ciò infonde nel bambino un senso di autorealizzazione che contribuisce a farlo sentire competente ed indipendente. Gli autori del libro “The Waltham Book of Human–Animal Interaction” nel loro testo riportano il caso di un esperimento durante il quale i bambini con bassa autostima avevano mostrato enormi progressi dopo aver tenuto nella propria classe un animale per 9 mesi.



Incrementa lo sviluppo cognitivo


La vicinanza di un animale domestico facilita l’acquisizione del linguaggio e migliora le competenze verbali nel bambino. Questo perché i bimbi in genere non si limitano solamente a giocare con i propri amici animali, ma si rivolgono a loro parlando e a volte leggono loro delle storie. Il dialogo con un animale aiuta anche quei bambini che soffrono di balbuzie, grazie anche al suo straordinario effetto calmante e rilassante.



Riduce lo stress


Il sostegno emotivo di un compagno a quattro zampe è impareggiabile, oltre ad essere in grado di alleviare visibilmente le emozioni negative. È quella che gli esperti chiamano pet therapy. Durante un’indagine svolta su dei bambini ai quali è stato chiesto a chi si rivolgerebbero nei momenti di difficoltà, la maggioranza di loro ha nominato il proprio animale domestico. Infatti, mentre in genere delle persone si teme il giudizio o la critica, gli animali hanno il dono di farci sentire il loro appoggio incondizionato.


 

Aiuta a capire il ciclo della vita


Spiegare a un bambino i concetti legati alla nascita e alla morte può essere difficile per un genitore. Familiarizzare con questi meccanismi può divenire più semplice, sia per i figli che per i genitori, osservando la vita degli animali. L’eventuale morte di un animale domestico, oltre ad essere un evento di grande dolore, da un lato può essere un’importante lezione. Il modo in cui il lutto verrà gestito dai genitori insegnerà al bimbo ad affrontare la morte. Anche la nascita, però, insieme alla riproduzione, può essere un ottimo spunto per parlare della vita che si rinnova ed avviare i primi discorsi sulla sessualità.


 

 Il Team di SpazioMamma.com


Tag:


Presente in:

Farlo crescere - Educazione

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK