Idee green per realizzare dei costumi di Carnevale

Benessere - Mamma green
Idee green per realizzare dei costumi di Carnevale



Il Carnevale è uno dei momenti dell’anno più atteso dai bambini, che non vedono l’ora di vestire i panni dei loro personaggi preferiti, che siano tratti da delle fiabe o dalle saghe di supereroi. Un modo per dare sfogo alla loro immensa fantasia con travestimenti originali e divertenti.


Un carnevale all’insegna del riciclo


I vestiti di Carnevale, con un po’ di inventiva, si possono realizzare anche a casa, impiegando dei materiali riciclati e sfruttando delle idee eco-friendly. In questo modo si evita una spesa eccessiva e si rispetta l’ambiente andando comunque incontro alle richieste dei più piccoli.

Fra i materiali più facilmente utilizzabili per creare dei vestiti di Carnevale fai da te vi sono scatole di cartone, vecchi giornali, scampoli di stoffa, vecchi abiti che non mettiamo più e normali accessori che tutti abbiamo in casa. Ecco qualche idea creativa per realizzare dei travestimenti adatti a bambine e bambini.



Costumi in cartone


Il cartone è uno dei materiali più versatili per realizzare un travestimento carnevalesco e ciò vale non soltanto per la realizzazione di simpatiche mascherine per il viso, ma anche per dei costumi più complessi.

Le pareti di uno scatolone, infatti, si possono prestare per il confezionamento di un perfetto costume da cavaliere, munito di tutti gli accessori. Così, una parte di cartone si può sagomare a forma di scudo, ritagliando diversi cerchi di diverse dimensioni da incollare l’uno sull’altro in modo da creare spessore e tridimensionalità e un’altra invece si può destinare alla realizzazione della spada, con tanto di impugnatura. Non solo, utilizzando del cartone ondulato si può costruire anche un elmo, in base alle dimensioni della testa del bambino, e dotato di due fessure per gli occhi.



Un altro travestimento molto attuale ed originale è quello da emoji, le famose faccine che utilizziamo per comunicare in chat al pc e sullo smartphone. Realizzarlo è molto semplice: basta ritagliare due grandi cerchi su un cartone giallo o precedentemente dipinto con della tempera gialla e poi incollarvi o disegnarvi sopra gli occhi e la bocca dell’emoji che si preferisce. Possono anche essere due faccine differenti. Le dimensioni dei due dischi devono essere sufficienti a coprire il busto del bambino. Le due sagome vanno poi unite fra loro con due bretelline, predisponendo lo spazio per far infilare la testa. 



Costumi con scampoli di stoffa


Se si ha manualità con ago e filo non c’è nulla di meglio di scampoli colorati e abiti dismessi per realizzare un originale vestito di Carnevale. Uno degli evergreen della festa più allegra dell’anno è sicuramente il travestimento da puffo, declinabile sia al maschile che al femminile. Per realizzare la versione maschile bastano una maglia azzurra e dei pantaloncini bianchi al quale attaccare un pon pon azzurro in lana, ossia la coda. Per il vestito da Puffetta, invece, servono una maglia e un pantalone azzurro ed una canotta bianca lunga da indossare sopra, che fungerà da vestitino. Si può anche realizzare ritagliandone la sagoma da un lenzuolo vecchio. Il cappellino da puffo, invece, si crea usando del pile bianco ritagliato a forma di cono, da ripiegare in avanti. Per montare le varie parti, se non si è dei sarti provetti può bastare anche la colla a caldo oppure la colla per tessuti.



Face painting e un po' di inventiva


Per ricreare uno dei supereroi più amati dai bambini, ossia Batman, e la sua controparte femminile, Batgirl, occorre davvero poco: una maglia nera e dei pantaloni per lui, abito corto e leggins della stessa tonalità per lei. Per realizzare il mantello basta un telo nero, mentre per creare il tipico simbolo dell’uomo pipistrello da apporre sul petto si ritaglia la sagoma su due strati di feltro nero e giallo. Lo stesso materiale, morbido e facilmente ritagliabile, può essere usato anche per creare la cintura. Per realizzare la maschera esistono varie opzioni: si può ricorrere al face painting, usando materiali ecologici ed atossici, oppure si può realizzare la maschera in cartone o in feltro o pannolenci.


 

Il Team di SpazioMamma.com


Tag:

ecologia - riciclo - creatività


Presente in:

Benessere - Mamma green

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK