IL GATTO CON GLI STIVALI E HUMPTY DUMPTY

Tempo libero - Cinema e Spettacoli
IL GATTO CON GLI STIVALI E HUMPTY DUMPTY
UNA STRANA COPPIA
 
 
Siete mai rimasti delusi dal comportamento di un amico? Qualcuno di cui vi fidavate ciecamente e che invece vi ha tradito? Crescendo si impara a gestire queste situazioni, ad essere più comprensivi o a stare sempre sul chi va là per non avere poi cocenti delusioni. Ma quando si è più piccoli, il tradimento di un amico può creare molta confusione in noi e ferirci profondamente. Il tema dell’amicizia, anche di quella non sempre perfetta, è affrontato nel film d’animazione rivelazione dello scorso anno, Il Gatto con gli Stivali, che arriverà presto in Dvd e Blu-ray (3 aprile) in un’edizione home video ricca di extra e contenuti speciali che incuriosiranno anche i più piccoli e li trasporteranno in un mondo di flamenco, mici e fiabe. Nel film il protagonista ovviamente è lui, il Gatto spadaccino doppiato da Banderas che tanto ci aveva intenerito e divertito nella saga Shrek; ora è pronto ad affrontare un film tutto suo ed al suo fianco avrà un amico, un personaggio noto nel mondo dell’infanzia anglofona ed ora conosciuto anche al pubblico italiano: Humpty Dumpty.
 

IL GATTO CON GLI STIVALI E HUMPTY DUMPTY

 
 
LE ORIGINI DI HUMPTY DUMPTY
 
 
Humpty Dumpty è un uovo protagonista di una filastrocca di Mamma Oca, un personaggio della letteratura per bambini, un’anziana signora di campagna che racconta fiabe o recita filastrocche. Una di queste recita così:
 
Humpty Dumpty sul muro sedeva.
Humpty Dumpty dal muro cadeva.
Tutti i cavalli e i soldati del Re,
non riusciranno a rimetterlo in pié.
 
Ci sono varie teorie sull’origine di questo personaggio. Secondo alcuni Humpty Dumpty era un potente cannone usato nella città di Colchester al tempo della Guerra Civile Inglese, montato sulla torre della chiesa di St. Mary’s at the Wall. Ma durante l’assedio della città la torre fu colpita ed Humpty Dumpty “cadde dal muro”, proprio come recita la filastrocca. Secondo un’altra teoria invece il personaggio dell’uovo sarebbe ispirato addirittura alla figura del re inglese Riccardo III, che era gobbo (da qui la somiglianza con l’uovo, anche se le fonti storiche non confermano questa deformazione fisica) e cadde dal suo cavallo chiamato Wall (muro, appunto, in inglese) in un’importante battaglia della Guerra delle Due Rose. Può darsi anche che nel medioevo l’espressione Humpty Dumpty fosse usata per indicare una persona bassa e goffa.
 

IL GATTO CON GLI STIVALI E HUMPTY DUMPTY

 
Più tardi, Humpty Dumpty comparirà anche nel romanzo di Lewis Carroll Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovo. Come tutti i personaggi nati dalla fantasia dell’autore inglese, anche Humpty è eccentrico e geniale al tempo stesso ed intrattiene con Alice una curiosa conversazione sul reale significato delle parole. Nel dialogo tra i due, inoltre, sono impiegate invenzioni linguistiche entrate poi nella lingua inglese ed il celeberrimo concetto di “non compleanno”.
 
Ad Humpty Dumpty è stata persino dedicata una scultura in bronzo (a Mesa, in Arizona, USA), che lo ritrae sorridente seduto su un muretto, prima della sua famosa e rovinosa caduta!
 

IL GATTO CON GLI STIVALI E HUMPTY DUMPTY

 
 
HUMPTY DUMPTY NEL FILM IL GATTO CON GLI STIVALI
 
Ne Il Gatto con gli Stivali, Humpty è un personaggio un po’ambiguo, il miglior amico di Gatto: i due sono cresciuti insieme in un orfanotrofio e sono inseparabili. L’uovo però inizia ad essere geloso del suo compagno di sempre, amato ed acclamato in tutta la città di San Ricardo, si mette nei guai con una rapina e…il resto non ve lo diciamo, per non rovinarvi la visione del film a casa con i piccoli, che non potranno non amare il Gatto dal buffo accento spagnolo!

Tag:

gatto con gli stivali - humptu dumpty - amicizia - banderas gatto


Presente in:

Tempo libero - Cinema e Spettacoli

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK