Materiale scolastico: l´usato conviene

Farlo crescere - Educazione
Materiale scolastico: l´usato conviene

Come ogni anno, a settembre riaprono le scuole e le mamme sono indaffarate alla ricerca dei testi e del materiale scolastico per consentire al bambino di studiare nel modo migliore. In questo momento storico così delicato, sono molti i genitori preoccupati per la spesa consistente da sostenere ma, fortunatamente, esistono alcuni stratagemmi che permettono di contenerla. Per esempio il mondo dell´usato, realtà sempre più in espansione, sta ottenendo un successo straordinario, poiché permette di ottenere il materiale scolastico adeguato per il proprio bambino, senza per questo prosciugare il conto in banca.

 
Perché scegliere l´usato
 
L´usato si sceglie prima di tutto per una questione ovvia: il risparmio. È notevole quanto si riesca a ridurre la spesa comprando un libro usato rispetto a un libro nuovo e, in molti casi, alcuni testi sono tenuti benissimo, tanto da sembrare nuovi. Alcuni genitori, proprio perché li vogliono rivendere, spiegano infatti al bambino come conservarli al meglio, per esempio invitandolo a sottolineare con la matita piuttosto che con l´evidenziatore, dicendogli di non fare scarabocchi e di stare attento alle pieghe. Può sembrare un ragionamento restrittivo per la libertà del bimbo ma al contrario è un insegnamento importante perché lo responsabilizza. Prendendosi cura del materiale scolastico, il bambino infatti impara a tenere care le sue cose e aumenta il senso del dovere, atteggiamento da cui si può solo che trarre beneficio.
 
E se il bambino non vuole?
 
Può capitare che il bambino, vedendo i compagni con il materiale scolastico nuovo, non capisca il motivo per cui lui debba averceli diversi. In questo caso il genitore deve adottare un pizzico di psicologia e dolcezza, spiegandogli i motivi per cui c´è la necessità di comprare i testi usati, trattandolo come un adulto. Come sostengono molti pediatri infatti, quando si parla a un bambino come se fosse "grande", entra in gioco l´orgoglio e il bimbo fa di tutto per non tradire quella fiducia donatagli. È una sorta di patto segreto non verbale in cui il genitore si deve dimostrare abile e sensibile, per entrare in sintonia con il bambino utilizzando la chiave giusta, fatta di un equilibrio tra fermezza e tenerezza. Inoltre, se venisse preso in giro dai compagni, saprebbe difendersi in modo eccellente, grazie alla forza interiore che il genitore gli ha dato, l´inconscio di un bambino è, paradossalmente, particolarmente sviluppato. 
 

Materiale scolastico: l´usato conviene

 
Come ottenere il materiale scolastico usato
 
Prima di tutto ci sono, in molti edifici scolastici, delle bacheche utilizzate per scambi come quelli di questo tipo. Si trovano tanti annunci, dalla vendita di un giocattolo a un ragazzo che si offre di dare ripetizioni, da una candidatura spontanea come baby sitter a, appunto, un annuncio circa la vendita di materiale scolastico usato. Siccome non in tutte le scuole esistono delle bacheche che permettono questa tipologia di comunicazione, si può ricorrere a internet. Basta cercare tra gli annunci in molti siti dedicati alla vendita o comunque dediti agli scambi, con un pizzico di pazienza e costanza si riescono a trovare offerte molto interessanti.
 
La prima cosa da fare è accertarsi che il materiale scolastico che si sta per acquistare sia in buone condizioni, se non ci sono le fotografie che lo attestino, si deve chiedere al venditore. Questo perché molti genitori vengono tratti in inganno dal prezzo inferiore e si lanciano nell´acquisto immediato, ma non c´è bisogno di essere ansiosi, molto meglio spendere qualche minuto in più che ritrovarsi un testo completamente pasticciato e incomprensibile. Un altro metodo molto funzionale è il classico passaparola tra le mamme, forse più efficacie di qualsiasi mezzo di comunicazione, poiché scatta una solidarietà unica. Infine un modo meno usato ma comunque frequente è anche lo spargimento della voce tramite biglietti inseriti nei negozi commerciali vicini all´edificio scolastico, semplici e diretti come "Cerco libri usati" per esempio. Ad ogni modo qualsiasi sia la scelta con cui si arriva a comprare il materiale scolastico, quello usato conviene.
 

Tag:

libri - back to school - scuola


Presente in:

Farlo crescere - Educazione

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK