PAGHETTA SETTIMANALE AI FIGLI

Farlo crescere - Educazione
PAGHETTA SETTIMANALE AI FIGLI

 

Vi siete forse il problema su quando cominciare a dare la paghetta settimanale ai figli. I bimbi e i ragazzi risultano sempre esposti all’utilizzo dei beni materiali e a tentazioni in ambito finanziario. Senza un’accurata spiegazione dei concetti base, potrebbero quindi crescere senza capire esattamente l’uso e il valore sei soldi. Su economiascuola.it i genitori possono trovare molti consigli utili per trasmettere ai loro figli le buone regole su come spendere, risparmiare e gestire il denaro in modo oculato. 
 
 
PAGHETTA SETTIMANALE AI FIGLI DAI DUE AI 2 AI 4 ANNI 
 
 

PAGHETTA SETTIMANALE AI FIGLI

 
 
• Occorre insegnare ai bambini, fin da piccoli, a riconoscere le monete aiutandoli a classificarle sulla base delle dimensioni e dei colori, spiegando loro l´equivalenza (5 monete da 10 centesimi valgono come 1 da 50 cent, e così via). 
 
• E´ consigliabile regalare loro un salvadanaio possibilmente trasparente in cui possa vedere come i soldi crescono
 
• Giocare a fare la spesa: prima il genitore fa la parte del cliente mentre il bambino gestisce la cassa e poi invertire i ruoli. 
 
 
PAGHETTA SETTIMANALE AI FIGLI DAI 5 AI 7 ANNI
 
 

PAGHETTA SETTIMANALE AI FIGLI

 
 
Quando il bambino comincia la scuola,bisogna fare in modo che si ritrovi a maneggiare regolarmente dei soldi così che entri in rapporto con l’uso dei contanti. Se possibile, si può cominciare a dargli una piccola paghetta settimanale. Se si decide di farlo , meglio essere costanti e fissare delle regole pratiche. 
 
• Stabilire una paghetta fissa. Considerare che deve essere coerente con l’età del bambino
 
• Valutare se il proprio figlio debba guadagnarsela. Ad esempio completando piccoli lavoretti settimanali in cambio della paghetta oppure,  tenere separati lavoro e ricompensa. 
 
• Fare una stima di ciò che il bambino potrebbe acquistare con la paghetta considerando ad esempio il prezzo delle sue merendine preferite, di libri o giornalini, delle figurine, etc. 
 
• Mantenere molta costanza nell´applicazione delle regole dandogli la paghetta sempre nello stesso giorno della settimana. 
 
• Lasciare che il bambino impari dai propri errori. Ad esempio se decide di spendere l’intera paghetta nel giorno in cui la riceve, non sopperire poi alla mancanza di denaro per i giorni successivi.
 
• Usare la paghetta come mezzo per aiutare il bambino nell´imparare a gestire il denaro e non come un strumento per premiarlo o punirlo.
 
• Introdurre il tema delle carte di credito e di debito aiutando il bambino a capire il collegamento tra queste carte e il denaro. 
 
 
PAGHETTA SETTIMANALE AI FIGLI DAGLI 8 AI 10 ANNI
 
 

PAGHETTA SETTIMANALE AI FIGLI

 
 
Appena il bambino diventa più grande, diventa certamente più interessato al denaro, da dove questo arriva e dove va a finire. 
 
• Occorre spiegargli come si guadagna il denaro.
 
• Esaminare con lui le spese mensili famigliari.
 
• Spiegargli le differenze tra cose necessarie e beni accessori. 
 
 
 
PAGHETTA SETTIMANALE AI FIGLI DAGLI 11 AI 13 ANNI
 
 

PAGHETTA SETTIMANALE AI FIGLI

 
 
Con gli adolescenti il rischio è quello dei condizionamenti da parte dei coetanei. Bisogna quindi rappresentare un punto di riferimento su come prendere le decisioni di spesa. 
 
• Informarlo sugli errori di spesa fatti in passato e di ciò che da questi si ha imparato. 
 
• Valutare l’opportunità che la paghetta del ragazzo cresca parallelamente alla sua età e aiutarlo a sviluppare un piano di spesa. 
 
• Cominciare a spiegargli il concetto di risparmio e di investimenti a lungo termine. 

Tag:

paghetta - paghetta settimanale - soldi bambini - economia domestica


Presente in:

Farlo crescere - Educazione

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK