Riflessologia plantare nei bambini

Prima che nasca
Riflessologia plantare nei bambini
LA RIFLESSOLOGIA PLANTARE, UNA TECNICA CON ORIGINI LONTANE MA SEMPRE ATTUALE
 
La riflessologia plantare è una tecnica mediante la quale vengono massaggiati piedi e talvolta anche le mani e si basa sulla credenza che alcuni punti corrispondano a determinate parti del corpo, a degli organi e a delle ghiandole. Secondo questa tecnica di origini antiche, andando a massaggiare un punto rispetto ad un altro si andrà ad agire sul rispettivo organo riflesso sulla pianta del piede.
Negli adulti questo tipo di massaggio è molto diffuso ma in pochi ancora sanno quanto la riflessologia plantare sia utile e benefica nei bambini.
 
Pensando alla tecnica del massaggio ci appare normale come una madre ricorra ad esso nei confronti del proprio figlio per calmarlo e nel contempo favorendone il normale sviluppo, proprio grazie a questa consapevolezza possiamo affermare che la riflessologia plantare può contribuire nel´aiutare un bambino che presenta diverse tipologie di malessere o ancora a prevenire l´insorgere di alcune patologie grazie alla sua azione benefica sull´organismo che addirittura riesce a rendere più forte il proprio sistema immunitario.
 

Riflessologia plantare nei bambini

 
COME PRATICARE LA RIFLESSOLOGIA PLANTARE SUI BAMBINI 
 
La riflessologia plantare nei bambini può essere applicata sin dai primi giorni di vita e aiuta a stabilire un rapporto basato sull´amore e sulla fiducia, aiutando contemporaneamente il neonato nella crescita e nello sviluppo. Questa pratica potrà accompagnare il bambino lungo tutto il percorso della sua crescita subendo delle piccole variazioni ed adattamenti in termini di durata, d´intensità e di stimolazione. L´ambiente ideale per praticare la digitopressione è caldo, confortevole e tranquillo, si preferisca una superficie morbida come il fasciatoio e il letto che oltre ad essere più comodi contribuiscono anche a rassicurare il bimbo. Le mani dovranno essere sgombre da anelli e bracciali, per rendere più agevole il massaggio che avverrà mediante movimenti circolari si possono usare oli o creme studiate appositamente per questa esigenza.
 
Per quanto riguarda il momento migliore della giornata in cui praticare il massaggio ai piedi di norma si preferisce dopo il bagnetto anche se però qualsiasi altro momento può andare bene.Nel periodo che va dalla nascita fino ad arrivare ai 6/7 mesi compiuti il massaggio deve essere praticato tramite dei delicati sfioramenti della durata massima di 15 minuti, nel caso il bambino dimostri di non gradire il nostro tocco si consiglia di non forzarlo ma lasciargli i suoi tempi. Dai 7 mesi fino al momento in cui il bambino inizia a muovere i primi passi i tempi si possono ampliare fino a 25 minuti mantenendo inalterata la tecnica. Una volta che i piccoli avranno iniziato a camminare e quindi la pianta del piede sarà pronta la stimolazione potrà avvenire in maniera più dinamica anche se sempre delicata, per un tempo compreso tra i 20 e i 30 minuti a seconda dell´esigenza.
 
Numerose malattie che possono insorgere in questa lasso di tempo come ad esempio raffreddore, stipsi o diarrea , febbre e infiammazioni gengivali dovute alla crescita dei denti possono essere attenuate mediante la riflessologia attuata su zone della pianta del piede che corrispondo all´ipotalamo, alle aree linfatiche e alle vie d’eliminazione delle feci.
 

Riflessologia plantare nei bambini

 
I BENEFICI DELLA RIFLESSOLOGIA PLANTARE: BAMBINI PIU´ SANI E SERENI CON L´AIUTO DI UN MASSAGGIO
 
I benefici che la riflessologia plantare può avere nei bambini sono davvero numerosi, basti pensare come abbiamo detto prima al benessere psico-fisico generale che essa apporta e più in generale alla stimolazione delle funzioni vitali come la circolazione, la respirazione, il sistema nervoso centrale e periferico, il sistema immunitario e molti altri ancora.
 
L´azione del massaggio ha effetti positivi anche sulla crescita in quanto va a lavorare sul metabolismo e sulla digestione, alcuni bambini che soffrono di problemi gastrici o intestinali hanno di fatti trovato giovamento proprio grazie alla riflessologia. Da non sottovalutare sono i fattori che mediante la stimolazione vanno a ridurre le tensioni e i dolori. I bambini che sperimentano questa terapia con una certa costanza lungo il cammino della crescita riescono a prendere coscienza del proprio corpo molto prima rispetto a ai bambini a cui non viene praticata, tutto ciò non fa altro che andare ad incentivare la fiducia in loro stessi e a stabilire un rapporto più solido con i genitori se sono assi ad impartire il massaggio.
 
Soprattutto per quanto riguarda il rapporto genitore-figlio la riflessologia plantare ha dei benefici comprovati, si vada per esempio a pensare ad un padre ed ad una madre che hanno un figlio adottato o ancora a pargoli i cui genitori non sono sempre presenti, neonati portatori di handicap o bambini che non sono stati allattati al seno ecc..mediante questo trattamento essi hanno la possibilità di rinforzare un legame che molto spesso è davvero sottile.
Per concludere è di vitale importanza comprendere come un trattamento naturale come la riflessologia plantare possa apportare reali benefici all´organismo lavorando nel contempo sulla psiche e sul fisico.
 

Tag:

massaggio - piedi - riflessologia


Presente in:

- Prima che nasca

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK