Parto cesareo: la Gran Bretagna lancia Desperate Debra

Prima che nasca
Parto cesareo: la Gran Bretagna lancia Desperate Debra
Simulare il cesareo per affrontarlo meglio
 
 
Si chiama ´Desperate Debra´ e consiste in un nuovo simulatore di cesareo d´urgenza ideato dal Servizio sanitario inglese per tutelare le mamme e supportare i medici ad apprendere le tecniche per eseguire il cesareo di emergenza.
 
Si tratta di un ´finto pancione´ in silicone e plastica con inserito all´interno un finto bebè in moda da imitare una gravidanza avanzata, in cui la testa del bambino resta incastrata nel bacino della mamma. Questo tipo di complicanza può mettere seriamente in pericolo sia la vita della madre che del bambino. Per questo Desperate Debra insegna come spingere indietro nell´utero un bimbo bloccato prima di procedere con la sua estrazione tramite incisione nell´addome.
 

I rischi nei cesarei d´urgenza
 
 
 
 
 
Il cesareo eseguito d´urgenza comporta un forte rischio e un grande impegno per i medici. I problemi aumentano soprattuto di notte quando non sono spesso disponibili dottori con specificia esperienza. Per questo l´utilizzo di Desperate Debra per supportare la formazione dei medici dovrebbe ridurre i rischi rispetto a gravi complicazioni sia per il bambino che per la mamma.
 
Andrew Shennan, docente di ostetricia, spiega durante un´intervista alla Bbc online come Desperate Debra rappresenti uno strumento incredibilmente realistico: il simulatore è stato infatti messo a punto per mostrare al dottorte come ci si sente davvero durante l´intervento e quali sono i fattori in gioco nonché le reali condizioni di mamma e bebè.

Tag:

taglio cesareo - parto cesareo - desperate debra - cesareo - episiotomia - parto naturale - partorire


Presente in:

- Prima che nasca

ARTICOLI CORRELATI - Potrebbe interessarti
CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK